SAN RAFFAELE: I MIGLIORI D’ITALIA DAL METODO CORDUA


test medicina san raffaele

Straordinario successo degli allievi del Metodo Cordua nei test di Medicina del San Raffaele 2019. La pubblicazione delle graduatorie dell’ateneo milanese ha regalato il podio sia nel caso del test in lingua inglese sia nel caso del test in lingua italiana.
Nel test di Medicina in italiano infatti i nostri studenti hanno conquistato il 1° e 2° posto. Nel test di Medicina in inglese hanno invece sbancato conquistando l’intero podio con 1°, 2° e 3° posto.

In entrambe le graduatorie del San Raffaele sono entrati in prima battuta tantissimi ragazzi che hanno seguito il percorso del Metodo Cordua. Davvero un gran numero di loro si è assicurato uno dei posti disponibili, che erano rispettivamente 200 per il corso di laurea di Medicina in lingua italiana e 36 per il corso di Medicina in lingua inglese. Senza contare tutti coloro che si trovano in posizioni utili per l’ingresso in seguito ai futuri scorrimenti delle graduatorie.

E’ stato un record anche per quanto riguarda il numero di candidati che si sono presentati ai test dell’ambito e prestigioso San Raffaele. Quest’anno ci sono stati circa 5.320 aspiranti studenti che si sono presentati al test di Medicina in italiano, mentre sono stati circa 840 quelli che si sono presentati al test di Medicina in inglese.

A fronte della crescita del numero di candidati rispetto ai posti disponibili, la probabilità di successo era del 4%. Gli allievi del Metodo Cordua sono riusciti ad aumentare la probabilità di successo fino a oltre il 40%, risultando decisamente tra i migliori d’Italia.

Quando la casualità di test così competitivi viene ridotta così come è stata ridotta dagli allievi del Metodo Cordua, si può solo notare che “Ancora una volta sono state la dedizione, la determinazione e la cura dei dettagli a fare la differenza”.

Per consultare la graduatoria pubblica del test di Medicina in italiano del San Raffaele clicca qui.

Per consultare la graduatoria pubblica del test di Medicina in inglese del San Raffaele clicca qui.