Il Metodo Cordua conquista l’Università Cattolica


2016-04-05 17.16.38bb

Venerdì 8 aprile 2016 le graduatorie ufficiali dell’Università Cattolica hanno certificato che i migliori concorrenti sono stati formati grazie al Metodo Cordua, ideato dalla Cordua Formazione, con due primi classificati in due graduatorie diverse: Medicina e Odontoiatria, dove si è anche conquistato un intero “podio”.

Il Metodo Cordua ha consentito a ben 42 suoi allievi di superare i test di Medicina e Odontoiatria dell’Università Cattolica che si è tenuto il 31 marzo 2016. Tra questi anche Alessia Barreca di Reggio Calabria e Sara Parato di Lavagna (GE), rispettivamente prime nelle graduatorie di Medicina e Odontoiatria.

Un risultato non nuovo per il Metodo Cordua (negli ultimi 3 anni ha ottenuto almeno un 1° posto tra le graduatorie per cui ha preparato i suoi allievi), ma straordinario se considerato il numero di partecipanti: 7.332 per Medicina e 480 per Odontoiatria (dove Francesco Catalano di Messina e Luigi innocente di Catanzaro, hanno ottenuto il secondo e il terzo posto).

In totale, 33 allievi preparati nell’ultimo anno grazie al Metodo Cordua sono stati ammessi a Medicina su 270 posti disponibili e 9 a Odontoiatria su 25 posti disponibili (un terzo del corso di laurea). Numeri straordinari se rapportati alla selettività del test dell’Università Cattolica (mediamente solo il 3% dei candidati viene ammesso).

Questo successo è stato preceduto a gennaio 2016 dal test di ammissione a Medicine & Surgery, sempre dell’Università Cattolica, ma in lingua inglese. Gli allievi del Metodo ad essere stati ammessi, in quell’occasione, hanno raggiunto il 25% del corso di Laurea: 5 allievi su 20 posti disponibili. In questo test la selettività è stata anche maggiore del corso in italiano; per 20 posti messi a bando erano presenti 875 candidati (2% di ammissione).

A favorire questi risultati, il Metodo Cordua: il percorso sviluppato per il superamento di test d’ingresso universitari, che potenzia la preparazione sulle materie scientifiche di volta in volta richieste dagli specifici esami, grazie ad una formazione individuale di tipo cognitivo e motivazionale.