Test di ammissione a Medicina: prepararsi con il giusto anticipo


programmi

Una della armi vincenti per chi punta a superare il test di ammissione a Medicina è la gestione del tempo. Iniziare la preparazione con il giusto anticipo è un aspetto decisivo che aiuta il candidato a fare la differenza tra migliaia di concorrenti.

Gli allievi del Metodo Cordua stanno lavorando da mesi in vista dei test di ammissione a Medicina che si terranno nei primi giorni di settembre 2016. Oltre all’ambitissimo test statale, infatti, ci saranno i test dell’università San Raffaele di Milano, quello statale in lingua inglese, il test di Medicina del Campus Biomedico di Roma e quello della Humanitas University.

Per essere pronti ad affrontare tutte queste sfide, i ragazzi di Francesco Cordua più lungimiranti hanno cominciato a lavorare nell’estate tra il quarto e il quinto anno di scuola superiore, così da poter distribuire il carico di lavoro su un intero anno.

Non solo, coloro che hanno iniziato il percorso con il giusto anticipo possono giocarsi anche l’opportunità di provare il test della Cattolica in italiano, che sarà il prossimo 31 marzo.