Sono sei i giovani allievi Cordua che quest’anno hanno conquistato il podio di diversi atenei al test della Statale.

In 15 anni tra i banchi Cordua è stata formata buona parte della classe medica italiana, questo è un dato di fatto, e i risultati ottenuti da questi sei aspiranti camici bianchi - insieme a quelli dei loro colleghi, vincitori anche quest’anno alla Statale come alle Private - non ha fatto che confermare la tendenza positiva che ha sempre contraddistinto i risultati ottenuti dai nostri allievi.
A testa alta e con grande orgoglio, dunque, le nostre Alice Castrignanò e Francesca Murgita hanno conquistato rispettivamente il 2° e il 3° posto alla facoltà di Medicina di Genova, affiancate da Giulia Wurtz, entrata vincitrice a Genova come 3ª classificata a Odontoiatria. Ma i risultati degli studenti Cordua non si fermano certo qua: attraversano e invadono tutta Italia. Insieme alle prime tre liguri, infatti, vanno annoverati anche Francesca Poli (2ª classificata alla facoltà di Odontoiatria della Bicocca di Milano), Marco Pagliari (arrivato 2º a Odontoiatria Parma) e Ludovica Pergolesi (3ª classificata alla facoltà di Odontoiatria dell’Università delle Marche).

Ancora volta un successo su scala nazionale, su questo non ci sono dubbi: ma non basta.

Come probabilmente è noto ai più, i corsi Cordua si rivolgono a tre pubblici differenti: i ragazzi già diplomati, i maturandi e i più giovani iscritti al 4º anno delle superiori. All’interno di quest’ultima categoria - nel 2019 come in passato - diversi studenti Cordua non ancora diplomati hanno voluto comunque tentare il test della Statale dello scorso 4 settembre, se non altro per saggiare una volta in più le loro competenze e la preparazione acquisita nel corso del primo periodo trascorso a studiare con noi in vista del loro test, quello targato 2020.
In questo scenario, dunque, siamo lieti di annunciare che quattro di loro hanno alla fine ottenuto risultati più che soddisfacenti nonostante la giovane età. Andando nell’ordine, infatti, la giovanissima ragusana Marcella Asta si è classificata 563ª a Catania con un punteggio di 62,2 (ben oltre quello minimo di 41,8), mentre la potentina Mariachiara Canadeo ha ottenuto 56,9 punti al Policlinico la Sapienza di Roma, arrivando di fatto 1467ª. Non ancora assegnato ma comunque prenotato è stato, poi, il napoletano Giovanni Calandriello, che - con un punteggio di 43,4 - sarebbe potuto tranquillamente entrare alla Federico II di Napoli, ateneo dove con 42,1 punti risulta in attesa anche la giovane torrese Gabriella Sannino.
Risultati che sono sicuramente motivo di grande orgoglio, per noi come per i nostri giovani talenti. L’unica “pecca”, forse, è quel diploma non ancora ottenuto, senza il quale questi quattro campioncini in erba non potranno ancora effettivamente riscattare i posti che - con preparazione e impegno - hanno dimostrato di poter ottenere ben prima del conseguimento della maturità. Non c’è dubbio, però, che il talento ci sia: basta solo prendersene cura ed esercitarlo al meglio, e con i nostri studenti noi non mancheremo mai di farlo. Perché le radici sono buone, ma solo con la giusta cura un albero può crescere davvero rigoglioso.

La forza nei nostri numeri

95%

dei successi in medicina - italiano e inglese

80%

dei successi in medicina - italiano

20+

docenti Metodo Cordua

9,8/10

rating dai nostri allievi

Cordua
Piazza della Vittoria, 15
16121 Genova
P.I. 01626200990

010 589501
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Lavora con noi:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Form by ChronoForms - ChronoEngine.com
Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso.